Archivio mensile:luglio 2014

Blogging Accademico, un’esperienza personale (ultima parte)

[Ultima parte dell’intervento di intervento di Arthur Charpentier sul tema del blogging accademico, originariamente apparso sul suo blog freakonomics, col titolo Academic Blogging, a Personal Experience. Le prima due parti invece la trovate qui e qui. Traduzione a cura di Anna Caprarelli]

  • Blogging dopo quasi sei anni

Dopo oltre cinque anni come blogger attivo, ho raggiunto la stessa conclusione di Kotsko (2006), evidenziando che il blogging è “specialmente ottimo per gli accademici che altrimenti sarebbero abbastanza isolati da altri accademici con simili interessi”.

  • Un’isola felice all’interno dell’Accademia

Tornando sulla ragione principale per la quale continuo a bloggare dopo quasi sei anni, con entusiasmo, posso dire perché è ancora molto divertente. Ed è un fatto che apprezzo ancora di più visto che l’accademia è attualmente un posto molto competitivo. Interagisco con la comunità del blogging perché mi va, mentre (quasi sempre) interagisco con studenti e colleghi perché devo. I Blog sono probabilmente l’ultimo spazio dove godiamo di una libertà completa. Anche di non bloggare, se non ne abbiamo voglia. Continua la lettura di Blogging Accademico, un’esperienza personale (ultima parte)

Blogging Accademico, un’esperienza personale (parte seconda)

[Seconda parte dell’intervento di intervento di Arthur Charpentier sul tema del blogging accademico, originariamente apparso sul suo blog freakonomics, col titolo Academic Blogging, a Personal Experience. Il testo è molto lungo per cui abbiamo pensato di dividerlo in tre puntate. La terza puntata tra qualche giorno. La prima parte invece la trovate qui. Traduzione a cura di Anna Caprarelli]

  • Vita accademica e attività di Blogging

Secondo Merton (1942), l’accademia era tradizionalmente governata da alcune regole di universalismo, comunismo, disinteresse e scetticismo organizzato. Più recentemente, Ziman (1996) ha affermato invece che, l’accademia è caratterizzata da regole invertite di norme proprietarie, localistiche, autoritarie, commissionate e dotte. Il Blogging è probabilmente una risposta a questo cambiamento. In questa sezione, affronteremo le interazioni delle attività di Blogging con compiti più prettamente accademici. Continua la lettura di Blogging Accademico, un’esperienza personale (parte seconda)